TESSILE CRABOLU

Nule, il paese del tappeto.

Nel 1964 dall’intraprendenza e dall’intuito di Benedetto Crabolu, allevatore e di sua moglie Pietrina Cocco, abile artigiana del paese, nasce a Nule un primo laboratorio a conduzione familiare di cardatura e filatura della lana locale. Nel 1975 l’introduzione delle prime innovazioni tecniche agevolano il passaggio dal lavaggio manuale a quello meccanico della lana raccolta direttamente dagli allevatori permettendone la commercializzazione nei mercati esteri. I figli di Benedetto e di Pietrina iniziano a muovere i primi passi nel laboratorio nei primi anni ’80 e nel 1982 costituiscono la società “Tessile Crabolu Srl”. In breve tempo la proprietà percepisce la necessità di una struttura più ampia e adeguata che meglio risponda alle crescenti necessità aziendali. Viene quindi individuato ed acquisito un impianto industriale a San Giovanni di Bitti, a pochi km da Nule, che la famiglia riadatta e adegua alla lavorazione della lana sarda e di altre fibre che verranno commercializzate di lì a poco in tutto il mondo.
I cambiamenti e l’entrata sul mercato di nuovi attori hanno spinto l’azienda ad investire per il completamento del ciclo di lavorazione: dalla materia prima al prodotto finito. Vengono acquistati e messi a regime i telai per la produzione dei tappeti a “pipiones”.
L’azienda ad oggi presenta un’ampia gamma prodotti che comprende nuovi articoli studiati appositamente per soddisfare le nascenti richieste dei mercati.